Perchè è importante

L’educazione economico-imprenditoriale a scuola

In un contesto socio-economico globale, le trasformazioni del mercato e delle professioni richiedono una costante ridefinizione e aggiornamento delle proprie abilità e, insieme, strategie di Education più consone alle esigenze attuali e future del mondo del lavoro.

Le competenze finanziarie e imprenditoriali sono componenti essenziali per agevolare lo sviluppo economico, culturale e sociale. Erogate sin dai primi anni della scuola, contribuiscono a innalzare le prospettive occupazionali e a rafforzare la speranza di una migliore qualità della vita.

Quando sono sviluppate a scuola con metodologie pratiche ed esperienziali, oltre ad appassionare maggiormente gli studenti, consentono di acquisire quelle competenze “soft” che determinano, ad esempio, una maggiore consapevolezza delle proprie scelte e dei giudizi. Contribuiscono a dare valore ai soldi, coscienza del potere d’acquisto, analisi dei rischi e delle opportunità connessi all’investimento, importanza del lavoro e dell’impegno per costruirsi un futuro.

Lo studio delle scienze economiche, in particolare, contribuisce a rafforzare le seguenti abilità:

  • Consapevolezza nella lettura della realtà. Fornisce le basi culturali necessarie a una maggiore comprensione del contesto socio-economico in cui il giovane è immerso. L’alunno capisce quindi che la realtà economica non è uno scenario predeterminato, ma al contrario, in costante mutamento ed egli stesso è soggetto attivo e promotore del cambiamento.
  • Sviluppo del pensiero critico attraverso l’apprendimento attivo. A dispetto di uno studio mnemonico e passivo, lo studente si trova a rispondere agli stimoli delle problematiche reali (progressivamente, dalle più semplici alle più articolate) e viene spinto a cercare soluzioni possibili e compatibili con le risorse a disposizione.