un’iniziativa

Come orientare le ragazze a considerare le materie tecnico-scientifiche per il loro futuro?

Le discipline STEM sono sempre più richieste oggi nel mercato del lavoro, eppure sono ancora oggetto di un forte stereotipo di genere.
Attraverso il progetto Girls in STEM, Coca-Cola HBC Italia e JA Italia vogliono supportare ed incoraggiare le studentesse che desiderano intraprendere una carriera in questo ambito. 

Per questo abbiamo pensato per tutte le studentesse diversi contenuti informativi e motivazionali per offrire loro gli strumenti per effettuare scelte più consapevoli ed esplorare le tante opportunità del mondo STEM.

Matematica, scienze, fisica e poi corsi di laurea come ingegneria, biotecnologie, informatica hanno storicamente una maggiore presenza maschile. 

Secondo i dati di Fondazione Deloitte, nel 2019 soltanto il 27% degli immatricolati universitari era iscritto a un corso di laurea STEM. E di questo 27% solo un quarto era costituito da ragazze.

Scopri tutti i dati nell’infografica e condividila con le tue studentesse!

Webinar docenti

Scopri l’iniziativa Girls in STEM Award, il premio dedicato alle studentesse che attraverso la partecipazione al programma di JA Italia Impresa in azione si sono distinte per abilità di leadership e competenze in ambito tecnico-scientifico.

Intervista alla professoressa Tiziana Tibalt

Vi raccontiamo il premio Girls in STEM tramite la testimonianza diretta della professoressa Tiziana Tibalt, docente di economia aziendale presso l’Istituto Tecnico Zanon di Udine, che ha candidato la sua studentessa Nicole Maniassi e le ha permesso di capitalizzare al meglio l’esperienza diretta di Impresa in azione, di vincere il premio e di intraprendere un percorso più consapevole verso il suo futuro.

Play Video

Preparare i tuoi studenti alla transizione dalla scuola al mondo del lavoro

JA Italia promuove il progetto #YouthEmpowered, un’iniziativa di Coca-Cola HBC Italia dedicata ai giovani tra i 16 e i 30 anni per supportarli nella conoscenza delle proprie attitudini e nell’acquisizione di competenze necessarie per il mondo del lavoro.

JA Italia offre la possibilità a tutti i docenti di iscrivere le proprie classi ai workshop del programma #YouthEmpowered. La partecipazione è gratuita.

L’iniziativa tornerà anche nell’anno scolastico 2021/2022.

Video consigliati

Abbiamo selezionato per te una serie di contenuti video per scoprire storie e lasciarsi ispirare.

L'informatica è un paese per donne? | Claudia Canali

Claudia Canali è professore associato presso l’Università di Modena e Reggio Emilia. Oltre a temi di ricerca classicamente legati alla computer science, tra cui il cloud computing e la social network analysis, dal 2014 si occupa della (dis)parità di genere nel campo delle discipline STEM.

Insegnate alle ragazze ad essere coraggiose, non perfette | Reshma Saujani

Reshma Saujani, fondatrice di Girls Who Code, è impegnata a insegnare a giovani ragazze a prendere rischi e ad imparare a programmare – due capacità che sono utili nella società attuale e futura. Per essere davvero innovativi, non possiamo lasciare indietro metà della nostra popolazione

Donne a ingegneria

L’orientamento universitario è un tema complicato soprattutto se insegnano fin da piccoli che alcune facoltà “non fanno per le ragazze”. È il caso delle discipline STEM. Alcune studentesse del Politecnico di Torino, insieme a Sofia Viscardi, si sono ritrovate online per raccontare la propria esperienza nella facoltà di ingegneria.

Basta agli stereotipi di genere | Paola Bonomo

Paola Bonomo è consigliere indipendente, angel investor e advisor nel campo dell’innovazione. Sul palco di TEDxVerona, argomenta come “Nelle aziende è tempo di cambiare e dire basta agli stereotipi di genere: siamo solo all’inizio di un percorso che richiede uno grande sforzo da parte di tutti“.

Articoli consigliati

Ingegnere, 37 anni, esperta di dinamica del volo spaziale e progettista della missione Artemis per conto della Nasa.

L’emergenza Covid ha dimostrato ancora una volta il ruolo fondamentale che scienziate ricoprono nel campo dell’innovazione.

Scopri la nuova ricerca Istat, presentata in occasione della sesta Giornata delle donne e delle ragazze nella scienza.

Lo studio Bocconi fotografa il divario di genere tra donne e uomini in tecnologia.

Dovremmo acquisire una prospettiva più flessibile che avrebbe anche un forte impatto sulla valutazione dei docenti.

Contano sempre di più la capacità di adattamento e i percorsi di studi trasversali, meglio se sulle nuove tecnologie. 

Vuoi metterti in contatto con noi?

un’iniziativa