Storia

15 anni, più di 300 mila giovani storie

Dal 2002 contribuiamo alla diffusione di una nuova didattica in grado di cogliere e sviluppare il potenziale di ogni alunno.

header-storia

La storia di Junior Achievement ha radici lontane. Era il 1919 quando a Springfield, negli Stati Uniti, nasceva la prima organizzazione non profit al mondo dedicata a trasferire ai giovani contenuti di economia e imprenditorialità. In 100 anni JA è cresciuta e oggi è presente in 122 Paesi, raggiungendo 10,6 milioni di studenti ogni anno.

2

2002: viene fondata Junior Achievement Italia. Le prime attività si concentrano sull’introduzione dell’alfabetizzazione finanziaria nelle scuole secondarie di primo grado con il lancio del programma “Io e l’economia”.

2004: si aggiunge un pilastro importante: “Impresa in azione” consente agli studenti tra i 16 e i 19 anni di sperimentare l’avvio e la crescita di una piccola realtà imprenditoriale.

7

2005: Junior Achievement Italia partecipa al gruppo di lavoro della Commissione Europea sulle mini-imprese di studenti e viene riconosciuta come migliore prassi italiana di educazione imprenditoriale.

2007: i primi 5 anni di vivace crescita e di nuovi progetti consentono di vincere il “JA Worldwide Outstanding New Member Nation”.

1

2008: Junior Achievement Italia è tra i partner coinvolti nel lancio della prima Global Entreprenership Week in Italia e ospita 100 giovani europei nella Student Conference a cui interviene anche la Kauffman Foundation.

2010: la finale europea Company of the Year Competition fa tappa per la prima volta in Italia e ospita nella splendida cornice di Cagliari più di 450 studenti ed educatori provenienti da ogni parte d’Europa e dei Paesi del Mediterraneo.

4

2011: viene siglato il primo Protocollo d’Intesa con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.

2013: si celebra il decimo anniversario a fianco delle scuole italiane. A dicembre, a Milano, l’evento “The New Era of Education” riunisce aziende, insegnanti, volontari, opinion leader e rappresentanti delle istituzioni nazionali, che si impegnano per una nuova e importante fase di crescita.

6

2014: le competenze imprenditoriali possono essere certificate e diventano un valore aggiunto nei curricula degli studenti partecipanti a “Impresa in azione”, riconosciuto in tutta Europa, con l’Entrepreneurial Skills Pass.

2015: “Impresa in azione” viene accreditato come modalità di Alternanza Scuola-Lavoro dal MIUR e coinvolge più di 13.000 studenti in tutta Italia.

Oggi: vogliamo rinnovarci continuamente e cogliere le sfide che la scuola e il mondo del lavoro ci pongono. Per questo stiamo progettando nuove iniziative volte a sollevare la qualità dei nostri interventi didattici e a lasciare un impatto durevole e misurabile non solo tra gli studenti, ma anche tra i professori e i nostri volontari.